Vai al contenuto
Home » Blog » Come Accogliere la paura

Come Accogliere la paura

Oggi affronteremo un argomento che tutti noi conosciamo bene ! LA PAURA

Dedico questo scritto ad una cara amica,

Quando una persona chiede , magari dopo molti anni di meditazione e tutti i colpi di scena della vita ,mi capita di essere in preda a intense paure e ansie ,sembra che quando sono seduto e cerco di calmarmi la paura cresca ancora di più.

Allora iniziamo col dire che beh ansia o rabbia,delusione, stress sono tutte una forme di paura è molto comune per alcune persone , molte ce l’hanno in background continuamente.

Esiste un certo grado di paura anche se non ne sei consapevole, se sei totalmente identificato con l’ego e la mente. Può emergere in molte forme, può esprimersi come rabbia , se guardi bene da vicino di solito trovi nascosta sotto la rabbia lo stato di paura , l’importante è ovviamente che tu diriga la tua attenzione su di essa , guarda ,riconosci che c’è paura, la domanda importante è vedere da cosa sorge , quali sono i processi di pensiero connessi con la paura ,in altre parole cosa sono i pensieri che la tua mente sta producendo mente provi la paura è possibile che certi pensieri che pensi frequentemente o abitualmente producano la paura ,è possibile che ti proietti nel momento successivo ,nel momento futuro ,cercando eccessivamente di controllare qualcosa dove non puoi avere il controllo , magari pensi cosa accadrà, cosa succederà a me , al progetto ecc ecc

Creiamo uno scenario immaginario di perdita , magari solo il pensiero che potresti ancora soffrire , Attenzione nell’ adesso non sta accadendo nulla ,ma potrebbe accadere e molte cose come un’attività di pensiero eccessiva crea , molto spesso sono scenari di cose che vanno storte , tragedie che arriveranno mettetevi dentro qualsiasi cosa , e ripeto che non stanno accadendo ora ,potrebbero non accadere mai ,spesso probabilmente proprio non accadono e anche se accadessero ,la situazione reale sarebbe effettivamente più facile da affrontare e gestire rispetto alla situazione del pensiero. Quando siamo dominati dalla mente, non c’è niente che si possa fare ,non ci può essere azione che si possa intraprendere per rimediare ad una situazione immaginaria , se non smettere di pensarla. Quello che vorrei far comprendere è che

nella situazione immaginaria ci si trova totalmente alla,mercé di essa ,quindi esiste solo nella tua mente , fai attenzione e osserva ,devi vedere se la tua mente sta creando la paura , pensando a pensieri paurosi ,proiettandosi nel futuro e se è così allora puoi vedere

“ Io li sto creando il tuo corpo ,non può capire la differenza tra un evento reale che sta accadendo fuori e ciò che la tua mente sta producendo , così quando pensi che la tua situazione di vita è critica (ciò che i tuoi pensieri ti stanno dicendo) il tuo corpo crede che questa sia la verità, che sei minacciato in questo preciso momento ,il corpo non conosce la differenza che la tigre non è nella stanza, la presenza minacciosa sono i tuoi pensieri il corpo reagisce allo stesso modo che via sia una minaccia illusoria o una minaccia reale . I pensieri possono creare, palpitazioni ,sensazione di affanno , attacchi di panico , ansia compulsiva , magari anche durante la notte .

Perpetrare e vivere questo per anni è uno stato terribile è pazzesco è una malattia e indebolisce il corpo , la prossima tieni l’attenzione “ non sta succedendo niente assolutamente niente” , sono in una stanza tranquilla, niente sta succedendo tutto è nella mente.

Osserva , prendi il pensiero e vedi la futilità e la natura distruttiva di questo, scegli di uscire, cosa fare per uscire ? Primo non credere alla tua,

la mente non vede la mente interpreta ! Scegli di non far soffrire ulteriormente e gratuitamente il corpo.

Se ancora senti che la mente continua a pensare esci e fai un respiro consapevole o metti la tua attenzione nel campo energetico interiore, devi fare una scelta consapevole di rimuovere l’attenzione dal pensiero e potresti dover essere davvero attento a farlo , se sei immerso in questo flusso mentale potrebbe anche essere così potente che non puoi uscirne per una tale gravità che ti attira dentro ; ma almeno sai che questo è ciò che sta accadendo , quindi c’è uno Stato in cui puoi ancora aiutare te stesso è un’inizio , non ti identifichi totalmente con quel pensiero , almeno una parte di te, si rende conto che questo non è del tutto reale questa è la paura prodotta dalla mia mente e nelle prime fasi potresti non essere ancora in grado di uscire potrebbe essere così forte che ne sei ancora totalmente in preda ma ripeto almeno sai che ne sei in preda la cosa peggiore è essere in preda e non saperlo nemmeno perché sei così , sei così identificato con esso che è assolutamente reale per te quindi anche solo sapere che questo sta accadendo è già un passo avanti e poi con la pratica comincerei a dissolvere e iniziare a dire “ devo uscire da quei pensieri paurosi perché sto creando sofferenza “ un respiro consapevole e un altro e un altro e poi inizierai sentire il campo energetico interiore del corpo riprendere la quiete … wow e come se questo enorme fardello fosse improvvisamente lasciato cadere

“Alcuni cambiamenti sembrano negativi in superficie ma ti accorgerai presto che nella tua vita si sta creando spazio perché emerga qualcosa di nuovo. ” – Eckhart Tolle

“Osserva i tuoi pensieri,
non credere loro.”
Eckhart Tolle

3 commenti su “Come Accogliere la paura”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You cannot copy content of this page