Vai al contenuto
Home » Blog » DALLE RELAZIONI DIPENDENTI ALLE RELAZIONI ILLUMINATE

DALLE RELAZIONI DIPENDENTI ALLE RELAZIONI ILLUMINATE

  • di


PER PRIMA COSA SMETTETE DI GIUDICARE VOI STESSI; e quindi smettete di giudicare il vostro partner. Il più grande catalizzatore per il cambiamento in una relazione è l’ accettazione completa del vostro partner, come lui o lei è, senza necessità di giudicarlo o di cambiarli in nessun modo. Questo vi porta subito oltre l’ ego. Tutti i giochi della mente e tutti gli attaccamenti dipendenti sono superati. Non vi sono più né vittime né persecutori, non vi sono più accusati o accusatori.
Questa è la fine di ogni co-dipendenza, di essere attirato nello schema inconscio di qualcun altro impedendo così che possa continuare. Vi separerete – in uno stato d’ amore – o vi muoverete anche più profondamente insieme nell’ Adesso, nell’Essere. Può essere così semplice? Si, è così semplice.
L’ amore è uno stato dell’ Essere. Il vostro amore non è al di fuori, è profondamente dentro di voi. Non dipende da qualche altro corpo, da qualche forma esterna.

Imparate ad esprimere ciò che provate senza biasimo.Imparate ad ascoltare la persona amata in maniera aperta e non difensiva. Date spazio al vostro partner di esprimersi. Siate presenti.Accusare, difendere, attaccare: tutti questi scherni che sono creati per rafforzare o proteggere l’ego o per soddisfarne le esigenze, diverranno allora superflui. Lasciare spazio agli altri e a se stessi è vitale.L’amore non può fiorire senza spazio.Quando avete eliminato i due fattori che distruggono le relazioni, quando cioè il corpo di dolore è stato trasmutato e voi non vi identificate più con la mente e con le posizionimentali, e se il partner ha fatto la stessa cosa, avrete esperienza della beatitudine del fiorire della relazione. Invece di riflettervi reciprocamente il dolore e l’inconsapevolezza,invece di soddisfare le esigenze dell’ ego reciprocamente dipendenti, vi rifletterete l’un l’altro l’amore che provate in profondità dentro di voi, l’amore che accompagna larealizzazione dell’unione con tutto ciò che è.Questo è l’amore che non ha contrario.Se il partner è ancora identificato con la mente ed il corpo di dolore, mentre voi siete già liberi, questo rappresenterà una sfida importante, non per voi ma per il partner. Non èfacile vivere con una persona illuminata, o meglio è così facile che l’ego lo trova estremamente minaccioso.Ricordate che l’ego ha bisogno di problemi, conflitti e nemici per rafforzare il senso di separatezza da cui dipende la sua identità. La mente del partner non illuminato si sentiràprofondamente frustrata perché le sue posizioni prefissate non incontrano resistenza, il che significa che diventeranno traballanti e deboli, e vi è perfino il pericolo che crollino deltutto, con la conseguenza della perdita del sé.li corpo di dolore esige un riscontro e non lo ottiene. Il bisogno di litigi, drammi e conflitti non viene soddisfatto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You cannot copy content of this page