Vai al contenuto
Home » Blog » Risolvere i problemi

Risolvere i problemi

  • di

Buongiorno oggi toccheremo un argomento caro a tutti Noi i “ Problemi “

In questo scritto il maestro a Tolle

ti aiuta a progredire nella consapevolezza e ti incoraggia a proseguire sul tuo percorso di crescita personale.Tutti noi siamo chiamati ogni giorno a risolvere piccole o grandi questioni. Da quelle più banali, come pagare una bolletta, a quelle più impegnative, la vita ci porta spesso a occupare i nostri pensieri con diversi tipi di problemi. Eckhart Tolle ti mostra come, utilizzando sia la mente analitica sia l’intuito, puoi risolvere con facilità e senza stress anche le situazioni più complesse. Per esempio, gestire le evoluzioni della mente affinché non sia lei a prendere il sopravvento sul tuo intuito o imparare a focalizzare il problema nell’insieme anziché farsi trascinare dal pensiero fisso compulsivo, sono alcune delle strategie spiegate da Tolle per risolvere qualsiasi questione con animo sereno. Buona lettura 🙏🏻

Tutti noi siamo chiamati ogni giorno a risolvere piccole o grandi questioni. Da quelle più banali, come pagare una bolletta, a quelle più impegnative, la vita ci porta spesso a occupare i nostri pensieri con diversi tipi di problemi. Eckhart Tolle ti mostra come, utilizzando sia la mente analitica sia l’intuito, puoi risolvere con facilità e senza stress anche le situazioni più complesse. Per esempio, gestire le evoluzioni della mente affinché non sia lei a prendere il sopravvento sul tuo intuito o imparare a focalizzare il problema nell’insieme anziché farsi trascinare dal pensiero fisso compulsivo, sono alcune delle strategie spiegate da Tolle per risolvere qualsiasi questione con animo sereno. Buona visione.

Tutti noi siamo chiamati ogni giorno a risolvere piccole o grandi questioni. Da quelle più banali, come pagare una bolletta, a quelle più impegnative, la vita ci porta spesso a occupare i nostri pensieri con diversi tipi di problemi. Eckhart Tolle ti mostra come, utilizzando sia la mente analitica sia l’intuito, puoi risolvere con facilità e senza stress anche le situazioni più complesse. Per esempio, gestire le evoluzioni della mente affinché non sia lei a prendere il sopravvento sul tuo intuito o imparare a focalizzare il problema nell’insieme anziché farsi trascinare dal pensiero fisso compulsivo, sono alcune delle strategie spiegate da Tolle per risolvere qualsiasi questione con animo sereno. Buona visione.

Qui c’è una quiete meravigliosa. A volte è necessario risolvere i problemi, perché sorgono continuamente nella vita. Io preferisco non chiamarli “pro- blemi”. Ma è la parola più usata per indicare situazioni che richiedono una reazione o un’azione. Si possono anche definire “sfide”.
È importante praticare l’accesso all’intelligenza non-concettuale prima di attivare la mente analitica, e anche mentre la mente analitica è attiva. Così puoi approcciare il problema sia con l’intelligenza non concettuale, sia con la mente analitica, che valuta una situazione e, per esempio, può dividere una situazione complessa in possibili passi da compiere per risolvere la situazione in uno, due, tre, quattro azioni.
Ci pensi. Ti concentri, analizzi la situazione, consideri le possibilità. Ma oscilli… E que- sta è un’arte. Oscilli tra il pensare alla situazione e valutarla con il pensiero focalizzato, che è diverso dal pensiero eccessivo e compulsivo, come quando ti preoccupi. Per uti- lizzare il pensiero focalizzato con maggiore abilità ed efficacia devi avere accesso all’in- telligenza non concettuale, che è dentro di te e che è oltre il pensiero.
Quindi c’è un continuo allontanarsi dal pensiero per entrare nello stato in cui acco- gli la totalità della situazione senza frammentarla, in cui osservi la situazione senza alcuna formulazione verbale o concettualizzazione, semplicemente rimanendo molto vigile e calmo. E la osservi, anche se non necessariamente a livello visivo. La mantie- ni nella tua consapevolezza come una totalità, e semplicemente raggiungi la quiete. Per un momento, lasci andare la situazione nella sua totalità. Semplicemente diventi calmo, vigile e calmo.
Eckhart Tolle 1 Manifestazione Consapevole

E in quello stato potrebbe emergere una risposta. O man mano che continui potresti trovare la soluzione che risolve tutto. Oppure potresti continuare a utilizzare il pensie- ro. E allora magari, ancora una volta, entrerai nella quiete vigile. E poi userai il pensiero se sarà richiesto.
Dentro di te c’è tanta intelligenza inesplorata. Un’intelligenza potenziale. Ed è proprio questo immenso campo di intelligenza non concettuale che emerge dalla coscienza in- condizionata. Normalmente le persone si muovono solo entro i limiti della mente con- dizionata, e cercano di risolvere i problemi delle loro vite con gli stessi strumenti che in molti casi hanno creato quei problemi. Infatti molti dei tuoi problemi, senza che tu te ne renda conto, in realtà vengono creati dall’uso inconscio della mente, o da ciò che la mente fa mentre non la usi. È la mente che usa te. E tu confondi la mente con chi sei.
Quindi c’è un enorme quantità di problemi nella tua vita che provengono da quella di- mensione. E se sei in grado di portare consapevolezza in quella dimensione, in modo che la tua mente crei il minor numero di problemi possibile, o magari nessun problema, a quel punto puoi usare la mente per risolvere i problemi. E quali sono quei problemi? Non sono i problemi generati dalla mente, i problemi che apparentemente ti arrivano dal mondo esterno sotto forma di situazioni che incontri, sotto forma di cose che vanno per il verso sbagliato, per così dire, persone impegnative… Sono fonti di problemi molto comuni.
Ma, ancora una volta, è molto importante distinguere e chiedersi: “È veramente un pro- blema, oppure sto contribuendo a renderlo un problema? Sto contribuendo interamente a creare il problema? Se entrassi in conflitto con lo stato di fatto, ci sarebbe un proble- ma?” No. Magari ci sarebbe comunque una sfida da affrontare, sì, ma non un problema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You cannot copy content of this page